VAL   TORRONE
              Anello Allievi Val di Zocca Anello Val Cameraccio
                                                                                                                                                                                                                                                                                                  Clic sulla foto

 

Lasciare il rifugio e percorrere il sentiero verso la testata della valle.Giunti nel bosco il percorso,prima pianeggiante,incomincia ad inerpicarsi nelle vicinanze del torrente che scende spumeggiando nelle numerose cristalline pozze.Proseguiamo ancora per circa 15 minuti sino a giungere alla deviazione a sinistra segnalata su un masso con freccia e scritta Torrone ,poco prima del ponte sull'omonimo torrente.mt.1294

 

          . .  
   .           .     .

 

 

            

 

 

 

    

.               .          
                                  l

 

 

 

 

 

Il sentiero ora si inerpica in lussureggiante bosco sino a giungere e a superare la grandiosa parete della Meridiana che ci sovrasta dai suoi 2384 metri e su cui sono stati tracciati  itinerari di arrampicatache necessitano di piu giorni di permanenza in parete. Giungiamo alla casera del Torrone mt.1996. Ore 1,30                            Imperterriti continuiamo nella salita che ci regala,volgendo le spalle alla salita,panorami sulla Remoluzza , il "Gal" (roccia che ricorda un gallo appolaiato) e la testata della valle della Romilla  .    Ore 1   

                                    

 

Il sentiero a questo punto sale tra placche e balze erboseche ci accompagnano al piano dell'alpeggio regalandoci un nuovo ed incantato panorama.alla nostra sinistra si erge il Picco Amedeo che ci sovrasta con i suoi 2793 metri ,tra lapunta Ferrario(3258) e il pizzo Torrone Orientale (3333mt) spicca l'ardito Ago di Cleopatra .In questo magico piano termina l'escursione alla scoperta della val Torrone.
.                   .                       
                   .                         .

.

    
   Per chi volesse   continuare 

      e formare un anello:             salire sino ad incrociare il sentiero Roma che imboccandolo verso sinistra porta al rifugio Allievi Bonaccossa e quindi alla velle di Zocca ,altrimenti percorrendolo verso desrta raggiungerà la val Cameraccio e quindi nuovamente in val di Mello.

 

.      
        Passo del Torrone           RifugioAllievi .Rifugio Rasega

Questo itinerario è,dei due, sicuramente il meno faticoso e più breveSalire ad incrociare il Sentiero Roma Poggiare a sinistra Superato il Picco Luigi Amedeo si imbocca il pietroso canalone che (nella parte piu stretta è servito da corde fisse)  ci porterà al Passo del Torrone mt. 2518.Scendiamo ora nel pianoro della valle di Zocca che ci regala un altro panorama indimenticabile. Una lunga attraversato ci porta al Rifugio Allievi Bonaccossa ,lasciamo il sentiero Roma e scendiamo in val di Zocca   lungo un ben segnato itinerario che ci porteràad intersecare il sentiero della val di Mello .  Seguirlo sulla sinistra  per 10 minuti quindi arrivati alRifugio Rasega 

Totale anello  ore 8 Dislivello mt.1367

 

 

.                  
    Passo del Cameraccio                   CaseraPioda   Rifugio Rasega

L'anello che ci accigiamo a percorrere è sicuramente più impegnativo. Seguiamo il sentiero Roma verso destra che lentamente comincia a prendere quota tra pascoli prima poi per sfasciumi.Troviamo l'indizazione per il bivacco Manzi (25) lo passiamo ed   imbocchiamo il vallone quindi risaliamo il canale che grazie alle corde fisse che ci aiutano a superare l'ultimo tratto roccioso ,giungiamo  al Passo del Cameraccio mt 2954. Dalla stretta val Torrone ci si dischiude il vastissimo panorame della immensa valle del Cameraccio.Da questo punto comincia la non facile discesa a causa della mancanza di segnaletica. E'possibile seguire il Sentiero Roma sino a giungere ad un grande masso e da qui ,lasciandolo,scendere diritti seguendo i seppur pochi bolli ma ciò allungherebbe il tracciato di oltre 1 ora.         Torniamo al passo,Scendiamo e lasciamo subito il sentiero Roma per imboccare una una ganda che ci conduce a una piana ,scendiamo lungo un dosso che finisce in un altro piano.Abbiamo ora continuato a scendere spostandoci verso sinistra mantenendoci comunque quasi paralleli alla Costiera del Cameraccio.Raggiungiamo il piano con dele placche sulla destra qui avremmo già dovuto incontrare dei segnavia .Cominciano le tracce di sentiero che dopo avere superato dei torrentelli( di cui uno in una caratteristica spaccatura tra le rocce)ci portano alla casera mt 1837. Da qui in poi un ben visibile sentiero ci conduce alla casera Pioda 1559 poi al ponte del Torrone ed infine al Rifugio Rasega .                 Ore 10 dislivello 1779

 

                                                                                                                                                                                                                                                                           

 Rifugio Rasega Val di Mello Val Masino SO Valtellina        rifugio tel.0342048668       cellulare tel. 3384467550    e-mail rifugiorasega@tiscali.it   P.I. 00590880142