Scéng do Solduà ( cengia della cascata)
                                    è lantico nome dato dai  Melat a questo settore poi rinominato    

                                                 Sperone della Magia                                                                   

Bella struttura situata alle spalle del rifugio caratterizzata  da un evidente diedro a mezzaluna.           Avvicinamento:   dal rifugio ridiscendere verso valle,prima del ponte sul torrente Zocca ,sulla destra ,si stacca il sentiero della cascata che ,d'apprima porta alle spalle del rifugio, poi risale un solatio prato e quindi si immerge nel bosco . Ad un ometto (2 bolli rossi) lasciare il sentiero principale verso destra  secolare larice.                                                               Da qui salire la via Magic Lina che con tre lunghezze porta allo Sperone della Magia. L'antico itinerario si svolgeva piu a destra lungo un canalone ormai non piu utilizzabile per via della proliferazione di vegetazione e rovi.

 

 

 

     

 

 

 

1 ) MAGIC  LINA

Galimberti P. Russano F. 1999

La via sale le placche inferiori dello Sperone della Magia.  Via ideata per raggiungere la Sfera di Cristallo con la quale forma un ottimo abbinamento.

Sviluppo mt 50 difficolta VI+

Materiale      Solo rinvii     Soste attrezzate a spit

Spit e chiodi in via

L 1   Risalire placca adagiata III traversare a destra e risalire lo spigoloVI     mt 15

L 2  Salire obliquando a sinistra lungo facile placca III e fessure IV   mt 15

L 3 Salire diritti VI+ ,rimontare lo scudo poi per placca sino al bosco IV    mt 15

Discesa: due doppie portano alla partenza(fare la seconda doppia sulla S 2)

Per raggiungere la Sfera di cristallo: dalla sosta 3 tirarsi su alberello ,rimontarlo e salire nel canale erboso

Attenzione:      Molto  Scivoloso    Aghi di Pino

 

                                                                          

 

    

 

 

 

2)     LA SFERA DI CRISTALLO

Gogna Guerini G.Merizzi Neri 1977

Veramente una bella via ; sale una  placca, prosegue con una spettacolare fessura a     mezzaluna quindi un traverso, un diedro e nuovamente in placca                                    Sviluppo mt 150  Difficoltà VI    Friend sino al 3    In via 5 chiodi 1 spit Soste da rinforzare

L1   Placca cengia a destra per lama sino ad un muretto VI superato in sosta all'inizio della     fessura diedro   VI mt 50

L2 Salire la bellissima fessura diedro e sostare alla sua fine.      V+  mt 20

L3 Proseguire lungo il traversoVI ,risalire il diedro e sostare prima della placca.       VI mt30                     Attenzione      Il secondo fa fatica a sentire i comandi

L4 Risalire la placca sino alla sosta  IV  III  mt 50

Discesa        Salire lungo il dosso erboso sino ad incrociare il sentiero che scende  dal   rifugio Allievi

 

 

 

 

 

     

       3 ) NUDI MA CON LE VITAMINE

Angelici . Boscacci 1987 

Ripresa nello stesso anno da Brambati Corti Vitali, aggiungendo alcuni spit,e rinominata AMELIA LA STREGA CHE AMMALIA.

Sale a destra della precedente lungo le placche segnate da una colata nera.

Sviluppo mt.130 Difficoltà VII Friend dal 1 al 3                                                  Attacco nel canale a destra della precedente (albero )

L1 Salire il canalino sulla sinistra,obliquare a destra sino ad una lama rovescia che si segue a sinistra salire il muretto (in comune con La Sfera di Cristallo) in placca sino alla sosta VII mt 40

L2 A destra per lama rovescia rimontarla a sinistra proseguire per la placca sino ad uno strapiombo e raggiungere la sosta VI+  mt 35

L3 Salire lungo la Placca superare un tettino ad arco nella parte finale e diritti sino alla sommità V+ mt 45

Soste attrezzate con uno spit  3 Chiodi in via

Discesa come la Sfera di Cristallo

 

                    4 ) Axala

Miotti  Mottarella 1980

Sale alla fine della placa lungo un diedro fessurato con placca finale in aderenza .Roccia ,come tutta la struttura ottima.

Sviluppo mt 80 Difficoltà VII- Nut dal 1 al 3 Attacco Alla fine del canale per placcaa sotto al diedro fessurato.Via da rivedere ormai abbandonata

L1 Salire sino al diedro,seguirlo sino al termine della fessura V mt 35

L2 Salire in placca verso destra sino alla colata nera,plachetta con buchi,proseguire verso sinistra sempre in placca sempre più adagiatasino alla sommità VII mt 45

Sosta 1 da attrezzare su friend  S 2 su albero

Discesa come la Sfera di Cristallo

 

 

 

 

     

                         

                                                                       

                                                                                                                                                                                                                                                      

 Rifugio Rasega Val di Mello Val Masino SO Valtellina        rifugio tel.0342048668       cellulare tel. 3384467550    e-mail rifugiorasega@tiscali.it   P.I. 00590880142